Immagine coordinata aziendale: definiamo gli elementi fondamentali

Elena Baglietti - 11 marzo 2020

 

Immagine coordinata aziendale: definiamo gli elementi fondamentali


L’immagine coordinata aziendale, nel mercato B2B così come nel B2C, si manifesta ovunque vi sia un contatto fra l’azienda e l’esterno:

  • canali comunicativi,
  • design e packaging prodotti,
  • presentazioni grafiche (documenti, brochure, carta intestata,...)
  • biglietti da visita,
  • divise, gadget, cancelleria,
  • auto,
  • stand fieristici, ecc.

E' un complesso di grafica coordinata: simboli , logo, caratteri tipografici, colori e materiali che identificano univocamente e in modo coerente un’azienda in diversi contesti.

La coordinazione delle linee grafiche, dei colori e delle immagini fra i diversi canali è l’elemento che consente di aumentare la credibilità della propria comunicazione.

Ogni comunicazione coerente e legata alle precedenti le rinforza e le conferma.

Per raggiungere elevati livelli di grafica coordinata e coerenza fra la comunicazione sui vari canali, è di estrema importanza la definizione di un Manuale di Immagine Coordinata Aziendale

 

Definizione Immagine Coordinata Aziendale: Cosa comunicare

Definizione immagine coordinata aziendale

L'immagine coordinata aziendale rappresenta la percezione pubblica della tua organizzazione. Per definirla correttamente, occorre quindi una pianificazione ed una strategia.

Il messaggio centrale deve concentrarsi sullo scopo aziendale, non sul modo in cui viene creato il prodotto o su quale sia lo stesso.

Questa nozione, secondo cui le persone acquistano il "perché" che sta dietro alla tua organizzazione, non il "cosa" o il "come", non è tuttavia una tendenza idealistica che sta prendendo piede nel mondo degli affari di oggi. In realtà è radicato nella biologia umana.

Trasmettere uno scopo chiaro e convincente creerà la connessione emotiva necessaria per portare i tuoi interlocutori all'acquisto, questo vale sia nel B2B che nel B2C. Più le persone acquisteranno, più forte diventerà la tua reputazione su un determinato mercato.

Leggi anche: "Come creare una corporate Identity completa: I 3 elementi"

 

Il Manuale di Immagine Coordinata Aziendale

Il documento è alla base della policy aziendale relativa alle comunicazioni esterne e ai rapporti con clienti e fornitori sia nel mercato B2B che nel mercato B2C.

Il contenuto del manuale è lo strumento attraverso cui l’impresa è in grado di comunicare se stessa in modo coerente e controllato.

Cosa deve contenere un manuale per definire una grafica coordinata aziendale?

  • Palette colori aziendali
  • Font del brand e relativo utilizzo in diverse situazioni
  • Logo positivo e negativo con le relative declinazioni e posizionamento su tutti i supporti utilizzati dall’azienda
  • Impostazione grafica, stilemi e caratteristiche tecniche di carta intestata, buste, biglietti da visita, brochure, locandine, manifesti e ulteriori espressioni cartacee della comunicazione aziendale
  • Grafiche, wireframe e layout del sito web
  • Materiali personalizzati per fiere, kit aziendali e presentazioni

Il manuale va declinato a seconda dei canali presidiati dall’azienda e delle sue peculiarità identitarie. Proprio dall’identità aziendale e la sua differenziazione dalla concorrenza emerge un’immagine chiara e capace di imporsi nella mente del pubblico.

Vediamo le basi in tre passaggi.

elementi per una grafica coordinata nel mercato b2b

 

Definizione Immagine coordinata efficace: 3 elementi fondamentali

I 3 elementi cardine ed efficaci sono:

  1. Analisi preliminare del mercato e della concorrenza. Imprescindibile per evitare di costruire grafiche simili ai competitor, utilizzare simboli e combinazioni di colori già adottate da altri. L’obiettivo è evitare di creare confusione nei clienti e differenziare l’azienda graficamente.
  2. Rappresentazione grafica della propria Unique Value Proposition, da comunicare in ogni contatto fra azienda ed esterno.
  3. Chiara definizione della Brand Identity, di cui l’immagine coordinata è espressione.

In questa fase dell’elaborazione della propria grafica coordinata, gli aspetti valoriali e identitari devono essere punti fermi, per consentire al pubblico di assimilarli e farli propri nel corso del tempo, contatto dopo contatto.

Il raggiungimento di obiettivi di riconoscibilità e miglioramento della brand experience dei consumatori passa necessariamente da qui.

Non hai una Brand Identity definita? Fai emergere i tuoi tratti distintivi utilizzando uno strumento semplice: il Prisma della Brand Identity.

Scarica la nostra guida per creare il tuo prisma con esempi e la guida alla compilazione.

Sarai in grado di esporre su un unico foglio le fondamenta della tua identità aziendale.

 

Ottieni la Guida pratica: Costruisci il Prisma del tuo Brand

Elena Baglietti

Scritto da Elena Baglietti

Direttore Creativo e Strategico di Inside, ha trasformato passioni e attitudini in lavoro, ricoprendo inizialmente i ruoli di Copywriter e Account, fino a spostare sempre più la propria attenzione sulla strategia. Studi classici e un passato da giornalista: ancora oggi si diletta a raccontare storie e valori delle aziende, tra narrazione e descrizioni di prodotto.

Com'è la Tua
Strategia Online?

cta-consulenza
RICHIEDI  L'ANALISI GRATUITA  DEL TUO SITO

POST RECENTI

LA BIBLIOTECA DI INSIDE

virtu_mosca_bianca
comunico_consapevolmente

THE INSIDER

insider_aprile 2018

Trimestrale scritto e redatto dall'Agenzia di Comunicazione Inside. Una panoramica completa sulle tematiche più attuali e più innovative, viste e spiegate da vicino grazie ai membri del Team di Inside! 

LEGGILI TUTTI ->

MEDIA KEY

Media_Key_367

Magazine di riferimento per Dir. Marketing, Resp. della comunicazione e media relations, per il top management delle imprese che investono in pubblicità, per le agenzie.

SCOPRILI TUTTI ->