Come creare una brand image positiva: i passaggi fondamentali

Elena Baglietti - 21 aprile 2022

brand image

 

La creazione di una brand image positiva e duratura inizia con la pianificazione di una strategia integrata che prende in considerazione i seguenti elementi:

  1. Pubblico di destinazione
  2. Esigenze delle buyer personas
  3. Proposta di valore del marchio
  4. Caratteristiche distintive del brand
  5. Campagne di marketing
  6. Coerenza del marchio nel tempo

Vediamo meglio i punti di questo elenco e i settori che agiscono con più attenzione sulla brand image.


 

 

Ti potrebbe interessare: "Perché bisogna creare una brand image positiva?"

 

 

Pubblico di destinazione del tuo marchio 

 

Devi avere un'idea precisa di chi siano i tuoi clienti ideali, se vuoi fare in modo che i valori della tua azienda vengano veicolati nel giusto modo attraverso il brand.

 

Per pianificare operazioni che generino una brand image positiva devi raccogliere informazioni che descrivono le tue buyer personas, ad esempio: età, sesso, istruzione, tipo di lavoro, luogo in cui risiedono, necessità.

 

 

Ti potrebbe interessare: "Lead Generation: come definire al meglio le Buyer Personas"

 

 

buyer personas

 

Identifica le esigenze delle tue buyer personas

 

Una volta capito chi sono le tue buyer personas puoi effettuare ricerche di mercato per far emergere i punti deboli delle tue attuali offerte di mercato e/o della tua brand image.

 

Scoprendo quali sono le vere esigenze dei tuoi clienti tipo puoi proporre loro il prodotto o il servizio ideale e valorizzare la qualità attraverso una corretta percezione del marchio.

 

 

Scarica l'eBook: Come costruire la propria Brand Identity 

 

 

Determina la proposta di valore del tuo marchio 

 

Se vuoi che la tua brand image sia positiva e in linea con la brand identity, devi lavorare anche sulla value proposition.

 

La domanda a cui devi rispondere è: perché una persona dovrebbe scegliere i miei prodotti/servizi e fidarsi della mia azienda?

 

Per evidenziare la value proposition devi concentrati sui tratti distintivi, ad esempio: convenienza, qualità, innovazione o altre caratteristiche importanti per le tue buyer personas.

 

brand image

 

Caratteristiche distintive del tuo brand

 

La tua proposta di valore è utile per capire quali caratteristiche rendono il tuo marchio riconoscibile e percepito positivamente.

 

Devi scoprire in che modo elementi visivi come il logo, i caratteri aziendali e il packaging attirano l'attenzione sul tuo brand e, di conseguenza, sui tuoi prodotti/servizi. 

 

Ricordati che il brand deve comunicare i valori aziendali ai clienti finali e non solo a te e ai tuoi tecnici. Per questo devi fare analisi fuori dalle mura dell’impresa.

 

 

Campagne di marketing per valorizzare il marchio

 

brand image

 

Pianifica una campagna di marketing che comunichi i valori del tuo marchio, perché la maggior parte dei nuovi clienti comincerà a conoscerti attraverso essa e continuerà a riconoscere il brand anche successivamente.

 

Devi scegliere i canali giusti per raggiungere le tue buyer personas: spot in TV o in radio, pubblicità digitale, strategie inbound, influencer e social media, possono essere usate singolarmente o sinergicamente per guidare l’audience di riferimento verso il tuo brand.

 

 

adv online

 

 

Coerenza del marchio nel tempo 

 

La chiave per rendere longeva un’attività imprenditoriale è dedicare risorse costanti al mantenimento di una corretta brand image.

 

È sempre possibile eseguire un rebranding per rendere il marchio più aderente ai cambiamenti della società e del mercato, ma è sempre meglio fare piccoli e costanti aggiustamenti per fare in modo che il brand risponda sempre alle aspettative dei clienti. 

 

 

Ti potrebbe interessare: "Esempi di Restyling e Rebranding"

 

 

4 settori in cui la cura della brand image è prioritaria

 

brand image

 

Probabilmente non esiste un settore economico in cui il marchio non conta molto, ma in alcuni mercati specifici la cura della brand image è davvero una priorità, ad esempio:

 

  • Tecnologia.
    Nel settore tecnologico le aziende si sfidano aumentando la qualità dei loro prodotti, ma anche cercando di attrarre il pubblico attraverso i loro marchi.
  • Fitness.
    Le aziende di questo settore lavorano per collegare i loro brand alle sensazioni e agli obiettivi che i clienti possono ottenere attraverso l’acquisto dei prodotti/servizi.
  • Fast food.
    Le catene di fast food investono grandi risorse nelle strategie di posizionamento del marchio, per fare in modo che i clienti associno i loro ristoranti a cibi deliziosi e convenienti.
  • Beverage.
    Ogni azienda che produce bevande, soprattutto se analcoliche, cerca di fidelizzare i clienti attraverso accurate strategie che evidenziano la personalità del marchio.

New call-to-action

 

Elena Baglietti

Scritto da Elena Baglietti

Direttore Creativo e Strategico di Inside, ha trasformato passioni e attitudini in lavoro, ricoprendo inizialmente i ruoli di Copywriter e Account, fino a spostare sempre più la propria attenzione sulla strategia. Studi classici e un passato da giornalista: ancora oggi si diletta a raccontare storie e valori delle aziende, tra narrazione e descrizioni di prodotto.

Com'è la Tua
Strategia Online?

cta-consulenza
RICHIEDI  L'ANALISI GRATUITA  DEL TUO SITO

POST RECENTI

LA BIBLIOTECA DI INSIDE

Ripartiamo dalla felicità
human automation
comunico_consapevolmente
virtu_mosca_bianca

THE INSIDER

insider_aprile 2018

Trimestrale scritto e redatto dall'Agenzia di Comunicazione Inside. Una panoramica completa sulle tematiche più attuali e più innovative, viste e spiegate da vicino grazie ai membri del Team di Inside! 

LEGGILI TUTTI ->

MEDIA KEY

Media_Key_367

Magazine di riferimento per Dir. Marketing, Resp. della comunicazione e media relations, per il top management delle imprese che investono in pubblicità, per le agenzie.

SCOPRILI TUTTI ->