Logo efficace: elementi che rimangono nella mente dei consumatori

Elena Baglietti - 22 luglio 2019

logo aziendale ed elementi di un logo efficace

Ogni giorno, da quando ne abbiamo memoria, i brand fanno parte della nostra vita, alle volte a tal punto da farci canticchiare i loro slogan o da farci scegliere un prodotto semplicemente vedendo il simbolo che identifica una specifica azienda.

 

Nella creazione di un logo efficace sono coinvolti arte, tecnica, psicologia, sociologia, empatia, strategia.

 

È essenziale dare il giusto peso a questo elemento grafico che accompagnerà un’azienda per lungo tempo e che sarà ciò attraverso cui le persone la riconosceranno e seguiranno.

 

 

 

Importanza del logo, del pittogramma, del pay-off

 

 

come creare un logo efficace

 

Una mela con un morso, un cavallino rampante, le lettere D&G, tre linee parallele, un coniglietto con il papillon, una M gialla dalle linee arrotondante, un uccellino azzurro. Tutti questi marchi vi ricorderanno immediatamente qualcosa, anche senza vedere le parti testuali che identificano i diversi loghi.

 

Ora pensiamo a noti brand come Coca Cola, Nutella, Ikea, Amazon, probabilmente nella mente appare la loro “scritta” tipica fatta di colori precisi e caratteri particolari.

 

Questi esempi dimostrano come il logo sia davvero importante per un’azienda.

 

 

Come creare un logo aziendale : Le case history di Inside

Scarica "Genesis", manuale che narra lo studio di 10 lavori realizzati, a partire dall'analisi, fino alle proposte grafiche di loghi aziendali realizzati.

 

 

 

Oltre che dalla parte grafica, il pittogramma, e dal nome dell’azienda espresso con particolari caratteri e colori, logotipo o logo, il marchio è fatto anche dallo slogan, ovvero dal pay-off.

 

Esempi di quest’ultimo elemento famosi in tutto il mondo possono essere: “Just Do It”, “Think Different”, “Impossible is Nothing”, “I'm Lovin' it”.

 

L’importanza di ogni fattore che compone un brand è evidente.

 

Quando si pensa al marchio aziendale bisogna immaginarlo come un concentrato di ciò che si vuole dire al proprio target di riferimento. Non è un semplice disegno accompagnato da una scritta, ma qualcosa che può diventare una vera icona.

 

Per raggiungere il successo delle grandi aziende che abbiamo preso in considerazione bisogna studiare con cura ogni piccolo particolare del trademark.

 

Può interessarti anche: " Creazione logo aziendale: Il fattore responsive per i loghi aziendali "

 

 

 

Elementi del logo aziendale da non trascurare

 

 

logo aziendale efficace : la psicologia dei colori

 

La psiche umana è influenzata da colori, forme, parole, quindi la creazione del logo aziendale deve tenerne conto.

 

Gli esperti della creazione dei brand sono molto attenti a ogni dettaglio e spesso sviluppano diverse proposte per un solo marchio allo scopo di individuare quello che meglio rappresenta l’azienda e che più attrae il pubblico.

 

La psicologia dei colori è qualcosa di cui di frequente si sente parlare, ma che altrettanto spesso viene banalizzata e ridotta alla scelta di una tinta tenue per rilassare o a una più appariscente per dare energia.

 

Il logo design deve prevedere test sui colori per arrivare a quello che rende la scritta leggibile, comunicativa e rappresentativa. Per continuare con gli esempi: Coca Cola la ricordiamo per il contrasto tra rosso e bianco, Facebook per il particolare pantone blu che ne contraddistingue il logo e il McDonald’s per la sua M dorata intrecciata alla scritta rossa.

 

Anche la forma di ogni singola lettera o del simbolo fa reagire in modo diverso chi osserva il marchio. Chi vuole trasmettere autorevolezza e stabilità deve optare per linee dritte, quadrati e triangoli, mentre se si vuole trasmettere tranquillità e coinvolgimento sono più adatte forme arrotondate.

 

Leggi anche: "Creazione logo aziendale: Dall'idea alla realizzazione pratica"

 

 

Infine, la scelta del font con cui realizzare il nome della propria azienda. Un carattere originale è consigliato, ma bisogna prestare attenzione anche agli spazi tra le lettere, all’uso dei punti negli acronimi e all’utilizzo di maiuscole e minuscole.

 

In conclusione è giusto sottolineare che la realizzazione del logo deve far parte di una strategia di marketing se si vuole raggiungere la mente e il cuore dei clienti nel giusto modo.

 

 

Scarica lo strumento di Self-Assessment per il tuo Brand

 

Elena Baglietti

Scritto da Elena Baglietti

Strategic Planner e Copywriter, specializzata in Copywriting e Storytelling per le aziende. Studi classici e un passato da giornalista: nessuno meglio di lei è in grado di raccontare la storia e i valori di un’azienda, qualsiasi sia il suo core business.

Com'è la Tua
Strategia Online?

cta-consulenza
RICHIEDI  L'ANALISI GRATUITA  DEL TUO SITO

POST RECENTI

LA BIBLIOTECA DI INSIDE

virtu_mosca_bianca
comunico_consapevolmente

THE INSIDER

insider_aprile 2018

Trimestrale scritto e redatto dall'Agenzia di Comunicazione Inside. Una panoramica completa sulle tematiche più attuali e più innovative, viste e spiegate da vicino grazie ai membri del Team di Inside! 

LEGGILI TUTTI ->

MEDIA KEY

Media_Key_367

Magazine di riferimento per Dir. Marketing, Resp. della comunicazione e media relations, per il top management delle imprese che investono in pubblicità, per le agenzie.

SCOPRILI TUTTI ->