La nuova privacy di iOS 15 rivoluzionerà il Marketing digitale?

Davide Rossi - 9 dicembre 2021

privacy ios 15

 

Nel corso di WWDC 2021, l’annuale conferenza stampa Apple dedicata agli sviluppatori, sono stati rivelati i dettagli di iOS 15 e iPadOS 15, oltre a quelli di WatchOS 8 e macOS Monterey.

In estrema sintesi le novità riguardano il conferimento agli utenti del controllo totale sui propri dati personali e questo ha generato, come conseguenza, importanti ripercussioni in termini di programmazione delle azioni di Digital Marketing relativamente alle aziende.


Vediamo di capire di più su questo argomento. 

 

 

Ti potrebbe interessare: "ADV online oltre i 4 miliardi, superati i media tradizionali"

 

 

 

Quali sono i cambiamenti più significativi del nuovo corso di Apple

 

privacy ios 15

 

Il sistema operativo mobile di Apple (iOS15) è stato lanciato il 20 settembre 2021, includendo – come anticipato - diverse novità in relazione alla gestione della privacy. 

 

Parliamo in particolare delle funzionalità:

  • Mail Privacy Protection che impedisce ai mittenti di vedere se e quando un destinatario apre un'email in Apple Mail. Non solo, il sistema nasconde l'indirizzo IP del destinatario, quindi i mittenti non possono determinare la posizione del target.

  • Hide My Email è, invece, uno scudo che impedisce ad app e siti web di vedere il vero indirizzo email degli utenti. Per far questo Apple genera un indirizzo e-mail univoco e casuale che inoltra le email alla casella di posta personale. In altre parole, Hide My Email consente ai servizi di contattare l’utente senza ricevere l’indirizzo email privato.

Attenzione: queste modifiche influiscono su tutti i provider di posta elettronica che inviano email agli utenti di Apple Mail.

 

 

Ti potrebbe interessare: "Il futuro dell’ADV? Interconnessione tra media tradizionali e online"

 

 

Le conseguenze dei cambiamenti di Apple nel breve periodo

 

privacy ios 15

 

A seguito delle modifiche, Apple caricherà i pixel di tracciamento per conto dei propri utenti. Ciò significa che questi pixel verranno caricati molto più spesso, indipendentemente dal fatto che il destinatario possa aprire effettivamente l'email. 

 

In altre parole, Apple – di fatto - aprirà le email per conto dei propri utenti. Di conseguenza i dati sulle aperture delle email, analizzati tramite i normali software di Digital Marketing (come, per esempio, HubSpot), risulteranno probabilmente gonfiati in modo significativo per gli invii futuri. 

 

I marketing manager possono continuare a utilizzare le tradizionali metriche relative ai tassi di apertura, ma è sconsigliabile farlo per report puntuali volti a determinare le strategie future.

 

Non è tutto perché anche le azioni che prevedono attività via email in tempo reale, basate sulla posizione legata all’indirizzo IP, saranno meno efficaci. 

Ad esempio, gli invii legati al fuso orario che utilizzano indirizzi IP per identificare la posizione e allineare i tempi di invio alla posizione univoca di ciascun destinatario, potrebbero non funzionare più relativamente agli utenti di Apple Mail.

 

L'attività di apertura della posta elettronica può essere distribuita su più record di contatto, anche se queste rimandano alla stessa persona

Attraverso Hide My Email, infatti, gli utenti possono creare indirizzi email falsi e casuali per proteggere i propri indirizzi personali. In pratica, ciò significa che ci possono essere diversi "contatti" che aprono un’email, anche se in verità si tratta di una sola persona. 

 

 

New call-to-action

  

 

Conseguenze a lungo termine

 

Sebbene le nuove funzionalità determino la necessità di cambiare azioni e strategie di marketing (oltre a far imprecare gli specialist del Digital Marketing!) questa ondata di novità nasce con l’intento – positivo - di creare esperienze migliori per gli utenti, e questa è sempre una buona cosa. 

 

Mettere i clienti al primo posto è ciò che fa l'Inbound Marketing ed è un concetto fondamentale. In altre parole, il principio è: quando i tuoi clienti vincono, vinci anche tu.

 

 

Ti potrebbe interessare: "Come sviluppare strategie di inbound marketing per il B2B"

 

 

Il comportamento suggerito alle aziende che operano nel Digital Marketing

 

privacy ios 15

 

Se operi nel Digital Marketing ti suggeriamo di continuare a farlo con il supporto della tua agenzia specializzata in questo settore. 

Concentrati sulla creazione di contenuti di qualità e su esperienze coinvolgenti per il tuo pubblico. 

 

In questo momento sposta la tua attenzione dalle metriche dedicate alle email ad altre che risultano - al momento - più affidabili e che riflettono meglio il coinvolgimento effettivo, come click e tassi di risposta.  

 

Desideri avere una consulenza dedicata per un progetto di Digital Marketing in grado di sfruttare le strategie e gli strumenti più avanzati? Contattaci, ti sapremo fornire i consigli più adeguati alle tue esigenze.

 

agenzia di comunicazione inside 

Davide Rossi

Scritto da Davide Rossi

Sono cresciuto nel mondo dell'informazione, studiando e leggendo di storia, politica e psicologia, marketing, branding e molto molto altro. Dopo anni di lavoro da consulente strategico per la comunicazione digitale, oggi sono Direttore operativo di Inside. Vuoi conoscermi per una consulenza? Scorri in basso questa pagina e arriverai ai nostri contatti!

Com'è la Tua
Strategia Online?

cta-consulenza
RICHIEDI  L'ANALISI GRATUITA  DEL TUO SITO

POST RECENTI

LA BIBLIOTECA DI INSIDE

Ripartiamo dalla felicità
human automation
comunico_consapevolmente
virtu_mosca_bianca

THE INSIDER

insider_aprile 2018

Trimestrale scritto e redatto dall'Agenzia di Comunicazione Inside. Una panoramica completa sulle tematiche più attuali e più innovative, viste e spiegate da vicino grazie ai membri del Team di Inside! 

LEGGILI TUTTI ->

MEDIA KEY

Media_Key_367

Magazine di riferimento per Dir. Marketing, Resp. della comunicazione e media relations, per il top management delle imprese che investono in pubblicità, per le agenzie.

SCOPRILI TUTTI ->