Eventi virtuali vs eventi reali: le differenze in termini di efficacia

Elena Baglietti - 27 luglio 2021

shutterstock_1743163079

 

La crisi epidemiologica legata alla pandemia da Covid-19 ha facilitato e accelerato il rapporto tra aziende e soluzioni tanto tecnologiche quanto necessarie come le convention virtuali.

Gli eventi digitali in breve tempo sono infatti diventati dei mezzi indispensabili per proseguire il calendario degli appuntamenti in quasi tutti gli ambiti di mercato e, allo stesso tempo, utili per rispettare le norme di distanziamento sociale imposte a livello di sicurezza sanitaria.

 

Questo fenomeno è così destinato ad assumere i contorni di una vera e propria corsa verso la migrazione digitale, dove i principali soggetti coinvolti sono gli eventi per le aziende nel loro insieme come fiere, convention, congressi e open house. Appuntamenti che fino a poco tempo fa prevedevano la partecipazione di pubblico, espositori e relatori, oggi obbligati a comunicare virtualmente.

 

La domanda che si pongono in tanti è: gli eventi virtuali potranno sostituire per lungo tempo quelli reali? Proveremo a dare una risposta all’interno di questo articolo.

 

 

Ti potrebbe interessare: "Fiere ed eventi: 5 elementi chiave per allestire uno stand innovativo"

 

 

Gli eventi virtuali possono sostituire le convention reali?

 

eventi virtuali

 

Nonostante la partecipazione a eventi virtuali sia un’attività simile a quella che si svolge guardando live streaming o video sui canali social di personaggi, aziende o influencer, è bene sottolineare che l’evento virtuale in sé e per sé è diverso da quello reale.

 

A questo proposito, se si vuole rendere sempre meno abissale la distanza tra i due tipi di evento, è fondamentale sapere che la diretta streaming di un’iniziativa con la disponibilità on demand è la scelta più opportuna da compiere, specialmente quando si tratta di convention con lo scopo di presentare novità settoriali.

 

In alcuni casi può però essere una scelta poco adatta. Parliamo per esempio di quelle convention in cui l’obiettivo è ottenere nuovi contatti, e di conseguenza opportunità di interfacciarsi con un pubblico più ampio.

 

 

Live streaming e filmati on demand: due modalità per due strade diverse

 

Non sempre il live streaming è una soluzione vincente. Se con l’evento virtuale si vuole lanciare una nuova offerta, presentare una novità o dare importanti annunci, allora è la strada migliore da seguire.

 

Al contrario, se l’obiettivo reale è quello di una presentazione o una promozione, è più adatto il contenuto on demand.

 

 

Ti potrebbe interessare: "Marketing fieristico: come massimizzare la partecipazione a una fiera"

 

 

Cancellazione della fiera? Nessun problema

 

eventi virtuali

 

Qualora non fosse possibile organizzare un evento, la spesa impiegata per quest’ultimo deve essere immediatamente ricalcolata.

 

In tal senso, per alcune aziende che investivano in fiere rivolte ad attività produttive, è consigliata l’adozione di video aziendali, da condividere tramite mailing, passando poi a webinar, a video tutorial, oltre che a video istruzioni destinati ai possibili clienti.

 

Così facendo si recupera quella fetta di visitatori che dopo il ricevimento allo stand si sarebbero interessati ad approfondire gli aspetti più tecnici. La visita dello stand con i relativi approfondimenti, si può sostituire con la realizzazione di video aziendali e la distribuzione dei video tutorial.

 

L’attività di mailing va assolutamente sfruttata come si fa solitamente quando si vuole invitare la propria lista di contatti a un evento strategico.

 

 

Ti potrebbe interessare: "I 4 step per organizzare eventi aziendali di successo"

 

 

Meno competizione e più possibilità di attirare il proprio target

 

eventi virtuali

 

Seppure in quest’ultimo anno siano cresciuti moltissimo gli eventi virtuali sono ancora un settore in fase embrionale.

 

Ad oggi, infatti, nonostante il momento di grandi cambiamenti che stiamo attraversando, non ci sono vere e proprie importanti esperienze di aggregazioni virtuali che hanno dimostrato di dare gli stessi risultati degli eventi reali. 

 

Al di là di questo però, l’evento virtuale rappresenta davvero una grande occasione, dato che a gestirlo è spesso una sola azienda, che può rivolgersi a uno specifico target di utenti disposti a beneficiare di contenuti virtuali realizzati su misura.

 

In questo modo l’azienda non è più costretta a comunicare nello stesso contenitore in comune con altre aziende competitor, come succede nelle fiere, ma può destinare una parte del budget a contenuti innovativi da mostrare, in via del tutto esclusiva, a un pubblico più ristretto ma sicuramente maggiormente interessato alla sua attività.

 

 

Desideri avere una consulenza dedicata per un progetto di Digital Marketing in grado di sfruttare le strategie e gli strumenti più avanzati? Contattaci, ti sapremo fornire i consigli più adeguati alle tue esigenze.

 

agenzia di comunicazione inside

 

Elena Baglietti

Scritto da Elena Baglietti

Direttore Creativo e Strategico di Inside, ha trasformato passioni e attitudini in lavoro, ricoprendo inizialmente i ruoli di Copywriter e Account, fino a spostare sempre più la propria attenzione sulla strategia. Studi classici e un passato da giornalista: ancora oggi si diletta a raccontare storie e valori delle aziende, tra narrazione e descrizioni di prodotto.

Com'è la Tua
Strategia Online?

cta-consulenza
RICHIEDI  L'ANALISI GRATUITA  DEL TUO SITO

POST RECENTI

LA BIBLIOTECA DI INSIDE

Ripartiamo dalla felicità
human automation
comunico_consapevolmente
virtu_mosca_bianca

THE INSIDER

insider_aprile 2018

Trimestrale scritto e redatto dall'Agenzia di Comunicazione Inside. Una panoramica completa sulle tematiche più attuali e più innovative, viste e spiegate da vicino grazie ai membri del Team di Inside! 

LEGGILI TUTTI ->

MEDIA KEY

Media_Key_367

Magazine di riferimento per Dir. Marketing, Resp. della comunicazione e media relations, per il top management delle imprese che investono in pubblicità, per le agenzie.

SCOPRILI TUTTI ->