campi d'arte bofu imm3Tempo di lettura: 3 minuti

Negli scorsi articoli abbiamo illustrato i principali problemi e le soluzioni che abbiamo offerto a Campi d’Arte, cooperativa specializzata nell’assistenza e in attività ricreative per ragazzi disabili, che si è rivolta alla nostra agenzia per migliorare la brand identity.  In questo articolo, invece, vedremo i risultati ottenuti a seguito delle strategie di branding aziendale studiate ed attuate da Inside.

Durante il brief con il cliente il nostro Social Media Manager aveva ottenuto informazioni in merito:

  • storia aziendale,
  • valori,
  • storie e aneddoti legati ad essa.

 

Proprio da una storia legata a Campi d’arte abbiamo creato un post divenuto in breve tempo virale e, grazie all’engagement e alla brand identity trasmessa, è finito in prima pagina sul quotidiano nazionale La Stampa.

 

Seguendo questo link sarà possibile trovare la prima parte della Case History

 

La storia

 

Durante il brief iniziale il responsabile marketing di Campi d’arte ha raccontato un aneddoto da cui abbiamo deciso di partire per creare il contenuto vincente:

 

“Al termine di un pranzo in un ristorante della zona, il gruppo di 20 ragazzi disabili era stato notato da un misterioso benefattore che, senza rivelare il proprio nome, ha pagato il conto per tutti.”

 

Come utilizzare la storia per fare branding aziendale?

 

Abbiamo scelto di declinare questa storia in un appello: Campi d’arte voleva ritrovare e ringraziare il misterioso benefattore.

Il testo che abbiamo creato è stato fortemente emozionale e si chiudeva con una CTA:

“Condividete questo post, aiutateci a ritrovarlo”.

 

L’immagine scelta è stata quella di una foto di gruppo della giornata in cui è avvenuto il fatto e mostrava tutti i 20 ragazzi, accompagnati dagli animatori.

 

Sponsorizzazioni Facebook

 

Alla luce di quanto appreso dal brief iniziale sono stati definiti due pubblici.

 

Il primo, solo Donne, età 35-55, interessi umanitari (Gino Strada, Amnesty International, Medici senza Frontiere e altro)

 

Il secondo: solo donne, età 30-55, interessi legati al mondo della natalità, bricolage, fai da te e programmi televisivi.

 

Il tutto geolocalizzato nell’area Bologna/Modena/Ferrara, dove Campi d’arte ha sede.

 

A questo link, invece, sarà possibile trovare la seconda parte della Case History.

 

Eseguito un primo A/B test, il pubblico meglio performante è stato il secondo dove il Costo per Interazione era di 2 centesimi.

 

Investiti 10 euro in Facebook Adv il post ha ottenuto:

 

  • Una copertura totale di 13,200 persone contro le 300 di media che i post raggiungevano,
  • Oltre 2400 interazioni contro le 80 di media.

 risultati della strategia di branding aziendale

 

Il post, oltre ad aver dato un forte contributo alla brand identity di Campi d’arte, ha segnato un aumento dei like del 2.340 %.

risultati di branding aziendale 

 

Dalla viralità alle prime pagine dei giornali

 

Il post è stato infine notato da un giornalista de La Stampa (senza alcuna attività d’ufficio stampa o digital Pr), il quale scritto un articolo pubblicato nella prima pagina dell’edizione nazionale del quotidiano, trovando spazio anche nella pagina interne.

Un risultato che ha portato la brand identity di Campi d’arte su una testata che ad oggi conta una tiratura di 460.000 copie.

 brand identity aziendale 

Riassumendo:

 

  • Una buona storia
  • Il giusto storytelling
  • L’immagine azzeccata
  • L’ideazione di una strategia di branding aziendale
  • Una targettizzazione frutto di un lavoro di analisi e di un A/B test
  • 10 euro di spesa in Facebook Adv

 

Questi sono gli elementi che hanno portato Campi d’arte sulle prime pagine de La Stampa e a farci partire con il piede giusto la gestione social già al terzo giorno di attività.

CTA - Case History Vason group - Comunicazione integrata

Categorie: Case Study, Branding

Luca Targa

Scritto da Luca Targa

CEO e consulente di comunicazione strategica aziendale. Dopo aver maturato una profonda esperienza nella grande distribuzione, ha scelto di dedicarsi completamente al mondo della comunicazione, portando Inside alla conquista di oltre 60 premi nazionali.