8 mosse per realizzare una strategia di marketing efficace.

Luca Targa - 9 novembre 2017

8 MOSSE PER UN PIANO DI MARKETING.jpg

Tutte le azioni di tutti i componenti di un’azienda, dal team marketing, ai dirigenti, passando per i dipendenti, si riflettono e influenzano le strategie comunicative e di vendita dell’azienda stessa.

Marketing non è solamente quello che i tuoi clienti vedono all’esterno, ma è anche (e soprattutto aggiungerei) quello che succede internamente intorno ai prodotti o ai servizi: ogni componente dell’azienda partecipa più o meno direttamente alla sua strategia di marketing.

Nel migliore dei casi ciascuno di essi dovrebbe essere coinvolto in maniera specifica e organizzata, ma sappiamo benissimo che è pura utopia!

 

Per questo abbiamo raccolto questo insieme di “consigli” per rendere un piano di comunicazione aziendale perfettamente efficace e funzionale agli obiettivi di vendita prefissati.

 

     1. Fissare tempistiche precise

Uno degli aspetti più importanti per la riuscita di una strategia di marketing è il rispetto delle tempistiche. E’ fondamentale organizzare il lavoro in maniera fluida e sinergica, affinché tutte le attività vadano ad incastrarsi in una visione di insieme, ma al tempo stesso possano essere modificate. Non è detto, infatti, che tutte le attività prefissate rimangano funzionali al progetto strada facendo, potrebbe accadere di doverle sostituire o integrarle con altri elementi.

 

  1. Mettere in risalto il valore dell’azienda

Al di là dell’aspetto di vendita e quindi puramente monetario, l’obiettivo più importante che un buon piano di comunicazione aziendale deve perseguire è comunicare l’azienda stessa attraverso i suoi valori veri, quelli più importanti, quelli che la distinguono da tutte le altre. Portare il “significato” della tua azienda al di là del denaro è ciò che la rende reale, autentica, genuina: in una parola “umana”.

 

  1. Evidenziare le diversità

E’ difficile che un’azienda non si trovi in un mercato saturo o molto affollato. L’unico modo per sconfiggere questa competizione è creare una forte identità comunicativa della propria azienda e farla comprendere ai propri clienti e potenziali tali. Le domande a cui devi rispondere quando strutturi la tua strategia comunicativa aziendale è: perché qualcuno dovrebbe scegliere di essere un mio cliente? Perché deve preferirmi ai miei competitor?

 

  1. Sottolineare i plus

Spiegare ciò che fai e come lo fai ai tuoi clienti. Sembrerà banale, ma arrivare con chiarezza con questo punto rappresenta l’80% della tua strategia. Spiega come il tuo prodotto viene realizzato in maniera minuziosa, mettendone in risalto i punti forti e i benefici e/o vantaggi che esso porta a chi lo acquista. Mostra ai tuoi potenziali clienti come il tuo prodotto potrebbe risolvere le loro problematiche, quantificandone i benefici specifici.

 

  1. Organizzare il lavoro in maniera precisa

Quello che differenzia una strategia vincente da una fallimentare molto spesso non sono le idee o la loro realizzazione, ma l’organizzazione del lavoro, partendo dalla definizione dei KPIs. Allineare tutte le persone (o team di persone in alcuni casi) richiede una grande collaborazione/disposizione da parte di tutti, ognuno con propri programmi, obiettivi e aspettative di risultati, che devono però convergere in un’unica visione di insieme, che è la strategia stessa.

 

  1. Identificare il target giusto

Quando inizi a pianificare gli obiettivi della tua strategia di marketing è fondamentale identificare a chi vuoi rivolgerti. Profilare il tuo pubblico di riferimento è un’operazione continua, che nasce insieme alla tua strategia e cresce e si modifica con il suo sviluppo, per questo è importantissimo monitorare costantemente le tue campagne sui differenti canali raffinando la profilazione del target strada facendo.

 

  1. Aiutare i tuoi utenti

Strettamente connesso al punto precedente è importante che tu nutra il tuo pubblico con contenuti che esso ritenga importanti e funzionali ai suoi bisogni. Tali contenuti devono quindi essere customizzati sul target, in maniera tale che gli utenti non abbandonino il funnel interrompendo la customer journey, ma arrivino in maniera volontaria e spontanea alla conversione finale.

 

  1. Sapere cosa fare e quando farlo

Nella creazione di una strategia di marketing, soprattutto quando si tratta di un piano di comunicazione aziendale, la tentazione forte è quella di mettere tanta (troppa) carne sul fuoco. E’ importante non cadere in tentazione e concentrarsi step by step su attività specifiche e ben calendarizzate, facendo si che ognuna di esse possa performare al massimo e portare il maggior numero di utenti alla fase successiva del funnel.

 

Gestire un piano di comunicazione integrata, è un percorso difficile e pieno di ostacoli. Bisogna scoprire chi può aiutare in questo percorso.

Scarica questa guida gratuita per assisterti nella comprensione delle principali terminologie ricorrenti e comuni necessarie per parlare la stessa lingua, fin dalle fondamenta di un piano di comunicazione aziendale.

New Call-to-action

Luca Targa

Scritto da Luca Targa

CEO e consulente di comunicazione strategica aziendale. Dopo aver maturato una profonda esperienza nella grande distribuzione, ha scelto di dedicarsi completamente al mondo della comunicazione, portando Inside alla conquista di oltre 60 premi nazionali.

Com'è la Tua
Strategia Online?

cta-consulenza
RICHIEDI  L'ANALISI GRATUITA  DEL TUO SITO

POST RECENTI

LA BIBLIOTECA DI INSIDE

virtu_mosca_bianca
comunico_consapevolmente

THE INSIDER

insider_aprile 2018

Trimestrale scritto e redatto dall'Agenzia di Comunicazione Inside. Una panoramica completa sulle tematiche più attuali e più innovative, viste e spiegate da vicino grazie ai membri del Team di Inside! 

LEGGILI TUTTI ->

MEDIA KEY

Media_Key_367

Magazine di riferimento per Dir. Marketing, Resp. della comunicazione e media relations, per il top management delle imprese che investono in pubblicità, per le agenzie.

SCOPRILI TUTTI ->