Come funziona il Programmatic Buying? Ecco la risposta

Michele Travagli - 21 aprile 2020

programmatic buying

Nel digital marketing cresce giorno dopo giorno l’utilizzo del Programmatic Advertising e i clienti delle agenzie di comunicazione sono sempre più consapevoli del fatto che, questo metodo per fare pubblicità, sia il migliore se si vogliono raggiungere rapidamente gli obiettivi contenendo i costi.

Come ogni nuova tecnologia, il funzionamento è complesso e deve essere gestito da esperti, ma è comunque importante conoscere i fondamenti del Programmatic per capire meglio di cosa parlano i marketer che creano strategie di comunicazione per le aziende.

 

LEGGI ANCHE: "Che cos’è il Programmatic Advertising o Programmatic Buying"

 

 

Programmatic Buying: big data e target

 

Per Programmatic Buying (chiamato anche Programmatic Advertising o PA) si intende la compravendita in tempo reale di spazi pubblicitari eseguita attraverso apposite piattaforme tecnologiche che automatizzano il rapporto tra Advertiser (chi compra spazio per gli annunci online) e Publisher (chi vende).

Semplificando si può dire che è un software a gestire il posizionamento di banner e altri contenuti pubblicitari su molteplici siti selezionati secondo specifici criteri e lo fa comprando gli spazi a disposizione sui siti attraverso una contrattazione istantanea.

Ciò che permette a questa tecnologia di essere così performante è l’analisi dei big data derivanti dal monitoraggio degli utenti e dalla targetizzazione che ne consegue.

Sono degli evoluti algoritmi a sondare le abitudini online di quelli che possono diventare clienti di un’azienda, ricavando una grande mole di informazioni da ogni attività che una persona fa navigando.

 

programmatic buying

 

La piattaforma utilizza i dati raccolti per definire sempre meglio il target a cui mostrare i contenuti pubblicitari, di conseguenza le campagne sono ottimizzate continuamente per andare incontro ai reali bisogni manifestati dagli utenti.

 

Il funzionamento del Programmatic

 

Ora schematizziamo il processo che porta ad avere la distribuzione mirata della pubblicità online per capire meglio come funziona il Programmatic Advertising.

Quando una persona fa una ricerca su internet e finisce su un sito collegato alla piattaforma Programmatic, in pochi millesimi di secondo il portale comunica con il software e parte la trattativa per acquistare lo spazio pubblicitario.

La compravendita è all’asta e può rivolgersi contemporaneamente a più Advertiser che valutano le caratteristiche di quanto proposto dal Publisher prima di passare a effettuare l’offerta.

Al termine dell’istantanea asta la piattaforma seleziona chi ha fatto l’offerta migliore e carica nello spazio acquistato il messaggio pubblicitario del vincitore che diventa finalmente visibile all’utente in target.

Pensando alle aste fatte tra persone questa serie di azioni sembrerebbero lunghe e laboriose, ma quando è un’intelligenza artificiale ad occuparsi di tutto il processo diventa estremamente rapido. Praticamente tutto ciò avviene in circa 0,2 secondi.

 

LEGGI ANCHE: "La crescita del Programmatic Advertising: dati e statistiche"

 

 

programmatic

 

 

Sai cosa sono DMP, DSP, SSP?

 

Occorre approfondire ancora un po’ il discorso per comprendere ancora meglio il funzionamento del Programmatic Adv.

 

Data-Management Platform è il significato letterale della sigla DMP ed è un software che ha il compito di gestire la grande quantità di dati derivanti dalla navigazione degli utenti garantendo comunque la privacy delle persone.

Questa piattaforma archivia e utilizza milioni di dati che riguardano le caratteristiche e le abitudini dei naviganti: età, genere, hobby, passioni, tipo di lavoro, luoghi di vacanza, e molto molto altro.

 

DSP indica la Demand Side Platform che, volendo tradurre in italiano, sta per “piattaforma lato domanda”.

Questo software è cruciale per passare alla fase di acquisto dello spazio pubblicitario messo a disposizione dai Publisher.

Si può immaginare questa piattaforma come il luogo in cui vengono stivate tutte le informazioni delle aste su cui si basa la compravendita dei vari spazi pubblicitari.

 

La Sell-Side Platform, SSP, è la piattaforma che gestisce effettivamente la vendita e, soprattutto, il posizionamento degli annunci.

Il software valuta tutti i parametri e le offerte e piazza i banner negli spazi idonei al tipo di campagna creata.

 

Tutti questi programmi sono costantemente al lavoro e danno risposte in tempo reale che consentono di ottimizzare le attività di advertising online.

 

 

Le potenzialità del Programmatic ADV

 

L’automatizzazione nell’elaborazione di innumerevoli dati, la possibilità di avere una targetizzazione mirata, il lavoro di costante miglioramento effettuato dall’intelligenza artificiale permettono al Programmatic Advertising di essere altamente performante.

Minimizzare la possibilità di errore umano rende ancora più efficiente ogni processo, perché si arriva più rapidamente agli obiettivi e si abbassano i costi di gestione delle campagne adv.

Infine, è giusto pensare a quanto è importante in una strategia di marketing far vedere al potenziale cliente ciò che sta cercando nella modalità e nel momento più idonei.

Affidandoti a esperti del Programmatic Advertising anche la tua azienda potrà ottenere notevoli benefici.

programmatic advertising

Com'è la Tua
Strategia Online?

cta-consulenza
RICHIEDI  L'ANALISI GRATUITA  DEL TUO SITO

POST RECENTI

LA BIBLIOTECA DI INSIDE

virtu_mosca_bianca
comunico_consapevolmente

THE INSIDER

insider_aprile 2018

Trimestrale scritto e redatto dall'Agenzia di Comunicazione Inside. Una panoramica completa sulle tematiche più attuali e più innovative, viste e spiegate da vicino grazie ai membri del Team di Inside! 

LEGGILI TUTTI ->

MEDIA KEY

Media_Key_367

Magazine di riferimento per Dir. Marketing, Resp. della comunicazione e media relations, per il top management delle imprese che investono in pubblicità, per le agenzie.

SCOPRILI TUTTI ->