Social e-commerce: come usare i Social Network per il tuo eCommerce

Antonio Leone - 9 settembre 2019

 

Non fare il venditore aggressivo, coinvolgi!

 

social e-commerce

 

La maggioranza delle persone già dai primi minuti dopo aver aperto gli occhi ogni mattina prende il cellulare e comincia la propria giornata digitale.

Oltre a leggere le news e i messaggi arrivati, tutti noi diamo un’occhiata ai social network.

Molto spesso l’occhiata non è fugace e non è l’unica della giornata.

Mediamente gli utenti connessi alla rete da computer o da smartphone passano due delle loro ventiquattr’ore sui social. Questo dato fa capire come queste piattaforme possano essere un’opportunità per le aziende, ma ci sono insidie da eludere se si vuole arrivare alla tanto desiderata vendita.

Cominciamo dalle basi cercando di capire cosa non si debba fare quando si vogliono utilizzare i social network per il proprio eCommerce, poi passeremo ai consigli.

 

LEGGI ANCHE: "Ecommerce strategies: usare la marketing automation per ecommerce"

 

best practices per gli ecommerce

 

Social e commerce: non eccedere sui Social Network per portare clienti all’eCommerce.

 

Bisogna sempre pensare allo scopo per cui sono nati i social network, ovvero lo svago e la connessione tra persone.

Se non si ricorda questo principio si finisce per far scappare i follower acquisiti con tanta fatica invece di acquisirne altri.

Se si vogliono portare benefici all’eCommerce aziendale la prima cosa da evitare sui social è quella di sembrare un venditore aggressivo che pensa solo a incrementare il fatturato.

 

social e-commerce

 

Insistere con post che comunicano solo “compra, compra, compra” finisce per allontanare gli utenti.

È indispensabile attuare precise strategie che prendano in considerazione il tipo di prodotto o servizio da promuovere, i social network più adatti e il target a cui ci si rivolge.

Ora vediamo cosa si può fare per promuovere ciò che vendi sui social senza aggredire gli utenti.

 

 

Coinvolgere sui Social fa bene all’eCommerce

 

I follower non arrivano in un istante sui social aziendali, ma se ne possono andare in un battito di ciglia e per i più disparati motivi.

 

Una community attiva che sostiene il brand è un valore enorme per un’azienda.

 

Creare contenuti che catturino l’attenzione degli utenti e che soddisfino le loro necessità è il modo migliore per vederli aumentare giorno dopo giorno.

Non è sufficiente fare bei post a cadenze regolari, ma bisogna anche rispondere ai commenti e ai messaggi, analizzare i dati e continuare a sviluppare nuove idee.

Inoltre, considera che utilizzare i contenuti creati direttamente dagli utenti fa aumentare la fiducia dei clienti e, di conseguenza, fa vendere di più.

Il dato del Nielsen Consumer Trust Index parla chiaro: il 92% dei consumatori si fida dei contenuti organici generati dagli utenti.

Si può andare anche oltre pensando a contenuti di persone autorevoli o note.

 

LEGGI ANCHE: "Il lavoro dell’Agenzia ecommerce. Affinare URL, Sito e SEO ecommerce"

 

 

Influencer, micro influencer e blogger fanno aumentare trust ed engagement nel social e-commerce

 

social e commerce

Creare connessioni con persone famose o autorevoli in uno specifico ambito è una strategia molto spesso efficace.

Gli influencer con centinaia di migliaia o addirittura milioni di follower sono fuori portata per la maggioranza delle piccole e medie imprese e si fa sempre più affidamento a quelli che vengono definiti micro-influencer.

Una star internazionale ha il potere di far vendere il prodotto che promuove dai propri social, ma il costo per ogni post è molto alto.

I micro-influencer e i blogger hanno certamente meno seguito in termini numerici, ma sono seguiti da persone che condividono una loro specifica passione: musica, videogiochi, pesca, moda, makeup, enogastronomia, viaggi.

Ciò significa che attivando una collaborazione con uno di essi, si possono ottenere buoni risultati di vendita aumentando engagement e trust, ma senza spendere cifre folli.

 

 

In conclusione: il social e-commerce genera un aumento degli acquisti, se piaci!

 

La cura del cliente è sempre la base di tutto. Il passaparola che genera un consumatore soddisfatto porta altre persone nel tuo negozio.

Questo vale anche online.

Entrare in contatto con le persone, capire come migliorare per soddisfare le loro aspettative e avere costanza nelle pubbliche relazioni sono azioni che fanno aumentare il fatturato dell’azienda.

best practices per gli ecommerce

Antonio Leone

Scritto da Antonio Leone

Laureato magistrale in comunicazione pubblicitaria, grazie al mio percorso ho sviluppato una conoscenza allargata a molteplici aspetti del Marketing, specializzandomi nella SEA e nel Digital Advertising. SEA e SEM sono ormai il mio pane quotidiano.

Com'è la Tua
Strategia Online?

cta-consulenza
RICHIEDI  L'ANALISI GRATUITA  DEL TUO SITO

POST RECENTI

LA BIBLIOTECA DI INSIDE

virtu_mosca_bianca
comunico_consapevolmente

THE INSIDER

insider_aprile 2018

Trimestrale scritto e redatto dall'Agenzia di Comunicazione Inside. Una panoramica completa sulle tematiche più attuali e più innovative, viste e spiegate da vicino grazie ai membri del Team di Inside! 

LEGGILI TUTTI ->

MEDIA KEY

Media_Key_367

Magazine di riferimento per Dir. Marketing, Resp. della comunicazione e media relations, per il top management delle imprese che investono in pubblicità, per le agenzie.

SCOPRILI TUTTI ->