Quando è Obbligatorio Fare Pubblicità su Linkedin

Riccardo Pavanello - 24 ottobre 2017

Quando è Obbligatorio Fare Pubblicità su Linkedin

“Linkedin è il miglior canale per il B2B”. Quante volte te lo sei sentito ripetere? Ma perché?  E soprattutto, quando è proprio il caso di sfruttare Linkedin invece di alternative come Facebook o Twitter?

Per dare una risposta alla domanda è importante capire che ogni canale social ha delle specificità. Quali sono le peculiarità di Linkedin?

La caratteristica principale, che è anche ciò che distingue questo strumento dagli altri, è il database di dati reali relativi al profilo professionale che Linkedin possiede e che lo rende unico.

 

Quando Fare Pubblicità su Linkedin

Osserva attentamente i profili Facebook dei tuoi amici: spesso gli imprenditori si descrivono come “datore di lavoro di me stesso”, altri non aggiornano le proprie esperienze o trovano “divertente” alterare le informazioni personali con titoli come “laureato all’università della vita” o riferimenti letterari e cinematografici, ma non reali.

C’è da dire che il profilo Facebook è considerato dalla maggior parte delle persone come un’estensione personale, non tanto un elemento spendibile anche sul piano professionale. Con i termini “diario” e “profilo”, Facebook ha generato tra i propri iscritti un clima informale, in cui mettersi “comodi”, come se si fosse tra amici. Per questo le persone tendono, su Facebook, a tenere separate la propria immagine personale e quella professionale.

Se sei interessato a fare pubblicità su Facebook leggi anche l'articolo seguente: "Come Fare Pubblicità su Facebook: la guida completa"

Linkedin invece è l’opposto: fin dal principio è nato per mettere in rete le esigenze delle aziende e quelle delle persone, per collegare la domanda e l’offerta, in un certo senso. Qui nessuno si sognerebbe di trasformare in qualcos’altro la propria posizione professionale o le proprie competenze.

Quindi, questo è il principale motivo per cui le aziende che vendono i propri prodotti o servizi ad altre aziende, hanno bisogno delle informazioni contenute su Linkedin.

Riepilogando, Linkedin va sfruttato sicuramente quando hai la necessità di selezionare dati di targeting che attengono:

  • aspetti individuali, personale (interessi, appartenenza a Gruppi, follower)
  • la sfera professionale (ruolo, funzione aziendale, competenze)
  • l'appartenenza aziendale (nome dell’azienda, tipo azienda e dimensione, settore industriale, location)

Vuoi conoscere i risultati che puoi ottenere grazie a una gestione ottimale dell’ADV online e come applicare le giuste strategie alla tua azienda?

Scarica gratis la Guida all’ADV online. Clicca qui sotto per riceverla subito in formato PDF da leggere quando vuoi.

GUIDA GRATUITA ALL'ADV ONLINE

Riccardo Pavanello

Scritto da Riccardo Pavanello

Project Manager e Social Sea Specialist. Fonda la sua attività nell’organizzare i progetti di comunicazione per le aziende, in particolar modo quando si tratta di fare pubblicità attraverso i Social Network. Statistiche, numeri e targetizzazione del pubblico sono le fondamenta del suo lavoro per portare leads caldi alle aziende attraverso il sistema di Marketing Diretto.

Com'è la Tua
Strategia Online?

cta-consulenza
RICHIEDI  L'ANALISI GRATUITA  DEL TUO SITO

POST RECENTI

LA BIBLIOTECA DI INSIDE

virtu_mosca_bianca
comunico_consapevolmente

THE INSIDER

insider_aprile 2018

Trimestrale scritto e redatto dall'Agenzia di Comunicazione Inside. Una panoramica completa sulle tematiche più attuali e più innovative, viste e spiegate da vicino grazie ai membri del Team di Inside! 

LEGGILI TUTTI ->

MEDIA KEY

Media_Key_367

Magazine di riferimento per Dir. Marketing, Resp. della comunicazione e media relations, per il top management delle imprese che investono in pubblicità, per le agenzie.

SCOPRILI TUTTI ->