Cosa bisogna sapere dell'algoritmo di Facebook per fare Social Media Marketing

Cinzia Folli - 29 gennaio 2021

algoritmo facebook

Appare quasi superfluo parlare di quanto Facebook sia focale all'interno delle strategie di Digital e Social Marketing delle aziende, sia in ambito B2C che B2B.

Anche nel 2021 la prima creatura di Mark Zuckerberg si conferma la piattaforma leader per lo sviluppo commerciale delle imprese. Ora più che mai è necessario un piano di Marketing chiaro, oltre che flessibile, per arrivare in fretta a risultati soddisfacenti. Vediamo di approfondire meglio i vari aspetti conseguenti.

 

 

Il ruolo strategico dell'algoritmo di Facebook

 

Come per tutte le piattaforme social e, più in generale, digitali, l'algoritmo di Facebook è l'elemento in grado di stabilire come, quando e verso chi vengono proposti i post e gli annunci organici di una pagina aziendale.  

Il cruccio di tutti i marketing manager consiste nel fatto che l'algoritmo è soggetto a un'evoluzione continua.

Ne consegue che i singoli operatori devono continuamente analizzare trend e dati per studiare le mosse più opportune per le loro campagne.

 

 

Leggi anche: "6 cose che devi sapere sul Business Manager di Facebook"

 

 

algoritmo facebook

 

Ci sono, fortunatamente, alcuni elementi consolidati. In via generale l'algoritmo di Facebook è costante nel fornire la priorità ai post suffragati da un elevato numero di like, commenti o condivisioni, in particolare se il coinvolgimento del pubblico avviene nell'arco di breve tempo. 

Non solo: i dati di analisi ci dicono che un post viene portato all'attenzione di un utente, quando riceve un elevato tasso di engagement relativamente agli amici di quest'ultimo.

È bene ricordare che l'algoritmo tiene conto anche della tipologia di post su cui l'utente si sofferma maggiormente (immagini, story, video, caroselli di immagini, ecc.).

Il principio vale non solo per i post ma anche per le pagine stesse. Se un utente visualizza spesso una pagina business, cercandola autonomamente o soffermandosi sui relativi post quando appare nel feed, l'algoritmo gliela propone più spesso, fintanto che perdura il suo interesse.

Ciò che, invece, non piace all'algoritmo di Facebook è abbastanza scontato: spam, clickbaiting, likebaiting, post ripetitivi, aggiornamenti di solo testo, schemi di coinvolgimento insoliti e contenuti troppo promozionali hanno un destino molto breve e vengono oscurati in fretta dall'intelligenza artificiale della piattaforma.

 

 

Come imbastire una strategia di Lead generation attraverso Facebook. Pochi e semplici passaggi per Generare Lead

 

 

Facebook Zero

 

Uno degli aggiornamenti dell'algoritmo più famosi degli ultimi anni è stato quello denominato "Facebook Zero".

 

La novità apportata ha coinciso con una minor rilevanza ai post organici delle pagine aziendali e professionali. 

Per gli utenti ciò significa più contenuti di amici e familiari, con maggiore enfasi ai post in cui le persone cercano consigli, recensioni e pareri, dal momento che alimentano notevolmente le interazioni tra iscritti (mantenendosi sempre più legati alla piattaforma).

Ne consegue che le pagine aziendali hanno maggior bisogno di ricorrere alle inserzioni a pagamento, senza trascurare la sempre imprescindibile creatività.

 

 

Leggi anche: "I 6 passaggi chiave per promuovere il tuo eCommerce su Facebook"

 

 

algoritmo facebook

 

 

I risvolti sul business

 

Riassumendo, le tendenze precedentemente analizzate ci obbligano a ottimizzare i nostri annunci su Facebook, implicando test e livelli di perfezionamento su più fattori. In primis:

 

  • Sforzarsi di abbinare il messaggio promozionale a un mercato il più ristretto possibile (senza intercettare utenti fuori target che, non considerandolo, penalizzerebbero il post);
  • All'inizio, non pianificare più messaggi contemporaneamente ma concentrarsi su un singolo annuncio, studiando l'andamento dei dati positivi e negativi;
  • Rimodulare target e creatività sulla base dei riscontri analizzati.

 

Scarica gratuitamente e scopri nell'Ebook "Lead Generation attraverso Facebook: i 3 Step" quali sono i passi da seguire per definire una strategia e generare contatti qualificati grazie all'uso professionale di uno dei Social Network più popolati e più attivi

 

lead generation strategy attraverso sponsorizzazioni facebook

Cinzia Folli

Scritto da Cinzia Folli

Fin da piccola al momento della pubblicità non cambiavo canale, ma la guardavo con lo stesso trasporto con cui fantasticavo davanti ai cartoni animati. Un prodotto, un’emozione, un sentimento: come descriverli e comunicarli alla perfezione mi ha sempre entusiasmato, ancora prima che potessi rendermene conto. I Social sono diventati un potentissimo strumento di comunicazione e la mia sfida più grande sarà mostrarti quanto possano rivelarsi una concreta risorsa di business per il tuo brand.

Com'è la Tua
Strategia Online?

cta-consulenza
RICHIEDI  L'ANALISI GRATUITA  DEL TUO SITO

POST RECENTI

LA BIBLIOTECA DI INSIDE

Ripartiamo dalla felicità
human automation
comunico_consapevolmente
virtu_mosca_bianca

THE INSIDER

insider_aprile 2018

Trimestrale scritto e redatto dall'Agenzia di Comunicazione Inside. Una panoramica completa sulle tematiche più attuali e più innovative, viste e spiegate da vicino grazie ai membri del Team di Inside! 

LEGGILI TUTTI ->

MEDIA KEY

Media_Key_367

Magazine di riferimento per Dir. Marketing, Resp. della comunicazione e media relations, per il top management delle imprese che investono in pubblicità, per le agenzie.

SCOPRILI TUTTI ->